Sommario

Arriva la Champions, martedì di coppa con Atalanta e Juventus, domani Inter e Napoli

01.10.2019 – Oggi torna la Champions League. Impegnate Atalanta e Juventus. L’ Atalanta si troverà ad affrontare lo Shakhtar Donetsk, si gioca alle 18.55 a San Siro, attesi circa 30.000 spettatori, per l’inagibilità, per lavori in corso del Gewiss Stadium di Bergamo. L’Atalanta proverà a riscattarsi dopo la brutta sconfitta per 4-0 subita all’esordio contro la Dinamo Zagabria. Le ultime di campionato hanno dato risposte positive contro Roma e Sassuolo, dove la Dea ha portato a casa punti importanti. Lo Shakhtar Donetsk, dal canto suo, ha vinto gli ultimi tre campionati ucraini, ma non è più la squadra che si giocava le qualificazioni alle fase finali della Champions. Dopo gli anni difficili della guerra, la squadra è stata costretta a lasciare la città di Donetsk per trasferirsi a Kiev. La squadra da due anni gioca le sue partite casalinghe a Kharkiv, e basa il suo collettivo soprattutto su calciatori ucraini. In estate ha anche cambiato allenatore, Luis Castro è dopo il Fonseca, trasferitosi alla Roma.
Queste le scelte degli allenatori:
Atalanta (3-4-1-2) Gollini; Toloi, Kjaer, Palomino; Castagne, Freuler, De Roon, Gosens; Malinovskyi; Gomez, Zapata
Shakhtar (4-2-3-1) Pyatov, Ismaily, Matviyenko, Kyvtsov, Butko, Stepanenko, Patrik; Konoplyanka, Taison, Marlos, Junior Moraes

La Juventus è l’altra squadra impegnata oggi in Champions League. Fischio di inizio alle ore 21 contro i tedeschi del Bayer Leverkusen. La Juventus dopo il pareggio di Madrid contro l’Atletico all’esordio dovrà battere i tedeschi per una seria ipoteca sulla qualificazione agli ottavi, in quanto il Bayer non è considerata l’ultima del girone, per cui una vittoria metterebbe in una posizione di tranquillità i bianconeri. Peter Bosz, ex Ajax, allenatore dei tedeschi, ama un gioco molto offensivo, difesa sempre molto alta, i calciatori pressano continuamente in avanti anche una volta persa palla. Per cui, quando gira tutto bene, il Bayer Leverkusen diventa molto pericoloso e in effetti ha 13 punti in Bundesliga, solo uno in meno del Bayern Monaco capolista. Potrebbe capitare che se i reparti perdessero le distanze tra loro o ci fossero errori di posizionamento, il Bayer diventa una squadra facile da attaccare, terreno fertile per giocatori della classe di Cristiano Ronaldo, Higuain e Dybala.

Sarri e il suo collega Bosz pensano a queste formazioni:
JUVENTUS (4-3-3): Szczęsny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Khedira, Pjanić, Matuidi; Ramsey; Higuaín, Cristiano Ronaldo.
BAYER LEVERKUSEN (4-3-3): Hradecky; L. Bender, Tah, S. Bender, Wendell; Aránguiz, Baumgartlinger, Amiri; Havertz, Alario, Volland.


Archivio >News